Skip to main content
Regio Teatro Pacini

IL TEATRO PACINI DI PESCIA

Fu l'Accademia degli "Affilati" a far nascere a Pescia il Teatro Pacini. Un gruppo di privati, in prevalenza nobili appassionati di opera e di lirica, affidò il progetto di costruzione dell’edificio all'architetto pesciatino Giovanni Antonio. I lavori iniziarono nel 1717 e si chiusero in una decina di anni. Nel tempo la struttura subì diverse modifiche, come la trasformazione del loggione in quindici palchi nel 1756 e l’aumento dei palchi nel 1795, disposti in cinque ordini. Il teatro subì nuove ristrutturazioni e la riapertura, nell’attuale sistemazione, arrivò il 10 maggio 1889; fu allora intitolato al compositore Giovanni Pacini, che a Pescia abitò per molti anni. Per la prima del 1889 fu eseguita la sua opera lirica “Saffo”, quella più fortunata, già rappresentata al San Carlo di Napoli. Divenuto teatro comunale negli anni ‘60, i recenti lavori di restauro realizzati dall’amministrazione comunale, con il contributo della Fondazione CARIPT, hanno restituito il teatro alla comunità, come luogo di cultura e di intrattenimento e bottega d’arte di alta formazione.